VIDEO TOP SECRET: trasmesso a Science Report e soppresso subito dopo. Le Tv italiane non l’hanno trasmesso per paura, Guardate…

Il 20 giugno 1977 veniva messa in onda l’ultima puntata della serie televisiva di inchieste sul mondo scientifico Science Report dal titolo Alternativa 3. Questa serie di documentari scientifici veniva trasmessa settimanalmente dalla britannica Anglia TV per gli spettatori inglesi e, via satellite, per quelli di Nuova Zelanda, Australia, Canada e di altri paesi del Commonwealth. Science Report era una trasmissione seguita da moltissimi telespettatori negli anni ’70 e vi fu un coro di proteste molto accese quando questa venne improvvisamente soppressa dopo la messa in onda dell’ultima puntata, dell’ultima inchiesta, dal titolo Alternativa 3, era il 20 giugno 1977.

La puntata di Science Report dal titolo Alternativa 3 (link del video a fine articolo) è nata in seguito all’arrivo in redazione di uno scottante video top secret inviato dal radioastronomo Sir William Ballantine, del Jodrell Bank Observatory. L’astronomo aveva registrato, sotto forma di segnali spaziali, una comunicazione altamente intelligente, al punto che pensò si trattasse di una comunicazione da parte di una civiltà extraterrestre. Si recò alla Nasa convinto di aver fatto una scoperta sensazionale per il pianeta Terra, ed invece, una volta decodificata la trasmissione tramite la strumentazione adatta, ottenne un messaggio audio-video dove l’atterraggio su Marte veniva accompagnato da ovazioni e commenti entusiastici in lingua americana e sovietica. Fu allora che, comprendendo che l’avrebbero ucciso per questa scottante scoperta, decise di inviarne una copia al direttore di un giornale, suo vecchio amico, Robert Henry, che poi lo consegnò ai curatori di Science Report. Sir William Ballantine è rimasto vittima di un misterioso incidente stradale prima della messa in onda del documentario. Coincidenza o eliminazione di un testimone scomodo? Tutto ha inizio da uno studio congiunto fatto da specifiche taskforce delle due superpotenze USA e URSS. Raccogliendo i dati sull’inquinamento, sulla progressione in crescendo di attività sismica e vulcaniche e sulle mutazioni climatiche incontrollabili, gli scienziati dei due paesi hanno previsto con matematica certezza una nuova era glaciale, con inizio presunto attorno all’anno 2000-2010. Secondo questo dossier i sintomi della catastrofe si sarebbero manifestati con evidenza da lì a trent’anni. Vale a dire, contando che parliamo del 1977, attorno al 2007. Tali sintomi sarebbero: aumento dei terremoti in tutto il mondo; tsunami devastanti; inverni dal clima molto mite, intervallati da poche settimane di freddo intensissimo; aumento su vasta scala di tifoni, uragani, tempeste devastanti e altri fenomeni atmosferici distruttivi. Il processo di devastazione e di successiva glaciazione viene descritto come inevitabile e letale, tale da ridurre la popolazione mondiale a poche migliaia di superstiti nel giro di qualche decennio. Gli scienziati propongono quindi una serie di soluzioni ai due governi (americano e sovietico). FONTE: telodiciamonoisevuoi.myblog.it

Di seguito il video in questione che è costato la vita al radioastronomo Sir William Ballantine:

Diffondete le rivelazioni segrete e profetiche di chi ha perso la vita e continua a rischiarla per il bene dell’informazione. In Italia le tv non hanno voluto trasmettere la notizia per paura.

– AVVISIAMO TUTTI – NOI NON DOBBIAMO ASSOLUTAMENTE FAR PASSARE LA NOTIZIA INOSSERVATA!

Leave a Reply